Le emozioni sono un virus: come ci influenzano a vicenda

Le emozioni si diffondono come virus e l’umore degli altri può avere un effetto drammatico su di noi. I prerequisiti evolutivi e i meccanismi interessanti di questo fenomeno sono studiati da Stephen Stosna, un terapista familiare e autore di una serie di libri sulle relazioni.

Ognuno di noi comprende intuitivamente il significato di espressioni come «umore pubblico» o «eccitazione, che è nell’aria». Ma dove? “Queste sono metafore che non hanno significato letterale. Tuttavia, comprendiamo perfettamente il loro significato, dal momento che realizziamo intuitivamente cosa sia l’infezione con le emozioni «, afferma la psicoterapeuta della famiglia Stephen Stosna.

Il http://dolomitimountainresort.com/news/kak_sdelaty_nadeghnyy_vklad.html principio di infezione da emozioni suggerisce che i sentimenti di due o più persone sono connessi e trasmessi da persona a persona in grandi gruppi. Siamo abituati a considerare questi processi interni, ma le emozioni possono essere più contagiose di qualsiasi virus famoso e inconsciamente vengano trasmesse a tutti coloro che sono nelle vicinanze.

Nella folla di estranei, «infezione emotiva» ci fa sentire uguali al resto del gruppo

La maggior parte ha l’opportunità di osservare come gli stati emotivi della famiglia siano colpiti da noi. Ad esempio, è quasi irrealistico essere felici quando gli altri sono depressi. Tuttavia, è interessante che l’infezione delle emozioni funzioni anche quando non esiste una connessione tra le persone. Ad esempio, in una folla di estranei, «infezione emotiva» ci fa sentire gli stessi del resto del gruppo.

Gli esperimenti mostrano che alla fermata dell’autobus mostriamo più impazienza, se gli altri si comportano con impazienza. Ma se vengono a patti con il fatto che l’autobus è in ritardo, allora aspetteremo con calma. «Electricity in the Air» ci porta all’eccitazione in un evento sportivo o ad una manifestazione, anche se non eravamo molto coinvolti e siamo andati solo per l’azienda.

Necessità evolutiva

Al fine di comprendere il significato dell’infezione con le emozioni, Stephen Stosna propone di considerare il suo vantaggio per la sopravvivenza della popolazione. L’uso congiunto di «sentimenti di gruppo» ci dà molti occhi, orecchie e nasi per tracciare il pericolo e cercare l’opportunità di sfuggire.

Pertanto, questo è caratteristico di tutti i gruppi di animali sociali: greggi, branchi, orgoglio, tribù. Quando un membro del gruppo si sente pericoloso, diventa aggressivo, spaventato o diffidente, altri raccolgono immediatamente questo stato.

Vedendo la paura o la sofferenza di un’altra persona nel gruppo, possiamo sentire lo stesso. Se non resistiamo consapevolmente, le persone felici alla festa ci rendono felici, la cura ci fa prendere cura. Evitiamo coloro che portano «carico sulle loro spalle» e coloro che ti confondono o ti fanno preoccupare.

Il background emotivo determina la coscienza

Come tutto ciò che colpisce lo stato emotivo, una tale «infezione» determina in gran parte il nostro pensiero. I ricercatori dell’opinione pubblica sanno che riceveranno una serie di risposte a domande che verranno poste nei focus group e l’altro, quando poneranno le stesse domande a ciascun partecipante in privato.

E il punto non è che le persone giacciono insieme, o che cambino la loro opinione, lasciate sole. A causa dell’influenza delle emozioni, possono avere opinioni diverse sullo stesso argomento, a seconda dell’ambiente al momento del sondaggio.

L’infezione delle emozioni si manifesta nelle sfilate di solidarietà e marce di protesta, nei casi peggiori — nella «equità della folla»

Il principio di infezione tiene anche conto del «pensiero di gruppo». Le persone tendono a obbedire alla maggioranza durante l’incontro o agire collettivamente, anche andando contro la propria opinione. Ad esempio, il comportamento rischioso o aggressivo dei gruppi adolescenti si manifesta nel fatto che la «infezione emotiva» generale incoraggia ogni bambino ad andare oltre i suoi divieti personali, e talvolta ben oltre i loro limiti, che si riversa in comportamento pericoloso, crudele o criminale.

L’infezione delle emozioni si manifesta nelle sfilate di solidarietà e marce di protesta, nei casi peggiori — nella «equità della folla», linciaggio, disordini e saccheggi. A un livello meno drammatico, ma non meno evidente, questo ci dà la moda in costante cambiamento, le stranezze culturali e gli standard di correttezza politica.

Le emozioni negative sono più contagiose

“Ti sei mai chiesto perché abbiamo maggiori probabilità di concentrarci su ciò che causa emozioni negative che sul bene? — chiede stosna. — Non sto parlando di persone pessimistiche e tossiche che cercano costantemente l’opportunità di trovare una goccia di catrame in un barile di miele. Ma tutti danno un peso sproporzionato della negatività. Quanto pensi personalmente all’esperienza positiva rispetto al negativo? Cosa spende più tempo ed energia?»

Le emozioni negative ricevono il diritto all’elaborazione prioritaria nel cervello, poiché sono più importanti per la rapida sopravvivenza. Ci danno una carica istantanea di adrenalina, che è necessaria, ad esempio, per saltare da un serpente e riflettere l’attacco di tigri domate. E paghiamo per questo l’opportunità di notare ancora una volta la bellezza del mondo.

«Bias negativo» determina perché la perdita provoca molto più dolore di una vittoria. È bello mangiare delizioso, ma nella maggior parte dei casi è incomparabile con fastidio dal pasto mancante. Se trovi $ 10.000, la gioia rimarrà durante il giorno o giù di lì e la perdita di $ 10.000 può rovinare l’umore per un mese o più.

Emozioni positive per una vita migliore

Ironia della sorte, le emozioni positive sono più importanti per il benessere a lungo termine. Abbiamo la possibilità di vivere più a lungo, più sani e più felici se li sperimentiamo molto più spesso che negativi. La vita diventa migliore per coloro che sono in grado di apprezzare la bellezza del prato collinare e del sole, illuminando le foglie degli alberi … a condizione che possano anche notare il serpente nell’erba. Dobbiamo essere in grado di sopravvivere nei punti giusti per continuare ad apprezzare il mondo circostante.

È anche importante capire che qualsiasi stato protettivo e aggressivo, ad esempio indignazione, si diffuse senza pietà da persona a persona. Se qualcuno viene a lavorare con risentimento, allora tutti intorno a lui sono già offesi dalla cena. I conducenti aggressivi rendono gli altri conducenti lo stesso. Un adolescente ostile rovina una cena in famiglia e un coniuge impaziente trasforma la TV in un processo teso e spiacevole.

Scelta cosciente

Se siamo accanto alla persona offesa, malvagia, sarcastica, narcisistica, vendicativa, probabilmente ci sentiremo quasi come lui. E per non diventare lo stesso, è necessario fare sforzi e usare l’adulto interno.

Questo non è sostanzialmente sorprendente. Più importante di qualcos’altro: infettando con queste emozioni, molto probabilmente reagiremo anche alla persona successiva che ci incontrerà altrettanto negativamente. “Se il tuo benessere e il tuo stato emotivo dipendono da altre persone, perderai il controllo di te stesso e della situazione e, quindi, si comporterai in modo più impulsivo. Diventerai un reattogolic e la tua esperienza di vita sarà determinata dalla reazione al «inquinamento emotivo» dell’ambiente «, avverte la stosna.

Ma, avendo imparato a costruire confini emotivi sani e mostrare un’attenzione consapevole al nostro stato e alla situazione, saremo in grado di mantenere la stabilità e il controllo sulla vita.

0 ответы

Ответить

Хотите присоединиться к обсуждению?
Не стесняйтесь вносить свой вклад!

Добавить комментарий